Bombardieri

alabardiere
Descrizione e cenni storici

Erano i soldati addetti alla manovra e al tiro delle artiglierie, inizialmente indicate con termine generico di bombarde, sotto il comando del Capitano Generale delle Artiglierie.
Sono preceduti dal Capo Bombardiere e dal Bandieraio con l’insegna del Comune.

Costume

Vestono un costume di panno con giubbone a strisce verticali rosse e azzurre, bordate di panno giallo. Le brache sono in stamina di lana gialla con tiracchie di panno rosso e azzurro. Berrette di panno rosso piumate, cinture di cuoio grezzo, calze e scarpe rosse.

Armi

COLUBRINA: detta volgarmente cannone a mano il cui nome deriva dal provenzale colobrina (dal latino coluber = serpente) che sparavano palle di ferro da 12 libbre.
BUTTAFUOCO: termine d’artigliera, così chiamata quell’asta con puntale al cui apice era avvolta una miccia per dar fuoco alla carica del pezzo.
SPADA: che arma il Capo Bombardiere, finemente lavorata con elsa a croce e controguardia ad anello e conchiglia.
FUSETTO: specie di pugnale simile ad uno stiletto a lama triangolare.

Accessori

BANDIERA del Comune: dimezzata di bianco e rosso.

 

Colubrina

colubrina

Colubrinadetta volgarmente cannone a mano il cui nome deriva dal provenzale colobrina (dal latino coluber = serpente) che sparavano palle di ferro da 12 libbre.

Possono essere di 3 tipi: lunghe, corte e mezzane.

Ad ogni colubrina sono addetti 5 bombardieri seguiti da un sesto con il buttafuoco e la sacca delle munizioni. Nei tempi passati era molto in uso dare ai pezzi di artiglieria anche nomi di uccelli rapaci come “falconetto e falcone” da falco, “sagro” da una sorta di falco simile all’aquila

 

Buttafuoco

buttafuoco

Buttafuoco: termine d’artigliera, così chiamata quell’asta con puntale al cui apice era avvolta una miccia per dar fuoco alla carica del pezzo

 

Spada

spada

Spadache arma il Capo Bombardiere, finemente lavorata con elsa a croce e controguardia ad anello e conchiglia

 

Fusetto

fusetto

Fusetto del bombardiere specie di pugnale simile ad uno stiletto con lama triangolare sull’interno della quale erano segnati con tacche e numeri, i calibri delle bocche da fuoco e delle palle che si sparavano

 

Bandiera

bandiera

Bandiera del Comune: dimezzata di bianco e rosso