RICORDATI CHE RAPPRESENTI FIRENZE

Questo è il monito che ciascun appartenente al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino deve avere ben impresso nella mente: non a caso è il motto che compare, dagli anni ’50 in poi, sulla tessera di ciascun Personaggio del Corteo. Dal materiale finora recuperato, è possibile fare una piccola storia del tesseramento del Calcio Storico durante le sue differenti fasi temporali, fino ad arrivare alla descrizione del nuovo tesseramento storico, che avrà ufficialmente inizio dall’anno 2019.

Dal 1930, anno della sua rifondazione, il Calcio Storico nasce come Società Storica per il Gioco del Calcio Fiorentino e in quanto tale, ad ogni socio è rilasciata una tessera molto semplice, senza informazioni sul gruppo di appartenenza, ma solo nominativo dell’individuo e residenza. Unico elemento decorativo una piccola figura stilizzata di tamburino in alto a sinistra.

Dopo la guerra sicuramente il Calcio Storico cambia assetto, non è più una società ma rientra tra gli enti di pertinenza del Comune, e di conseguenza anche il tesseramento, con relative tessere, assume una valenza più importante. È sicuramente in questo periodo che si avvalora e si nobilita l’adesione al corteo con la celebre frase: “Ricordati che durante le manifestazioni rappresenti Firenze”; quindi ciascun personaggio rappresenta la sua città quando sfila con i costumi dell’esercito della Repubblica Fiorentina del 1530. Il disegno presente sul frontespizio dei tesserini degli anni ‘50 (firmato F. Serena) raffigura Palazzo Vecchio sormontato da una bandiera con la croce rossa del popolo in campo bianco e davanti un tamburo imperiale nell’atto di essere suonato da due bacchette. Le caselle con le date presenti sul retro avevano lo scopo di convalidare le presenze annuali al torneo di San Giovanni.

Dopo l’alluvione, nel processo di riformazione del corteo, anche il tesseramento subisce una modifica: mentre l’interno rimane pressoché identico, cambia l’immagine del frontespizio, e rimarrà inalterata fino ad oggi. Si tratta infatti del celebre disegno del tamburino di Baldi, che è diventato il simbolo vero e proprio del Calcio Storico Fiorentino. Nella foto  si può ammirare un raro esempio di tessera, immediatamente successiva all’alluvione, dedicata agli appartenenti al Comitato Organizzativo del Calcio Storico Fiorentino. Anche in questo caso sono presenti gli appositi spazi per registrare le presenze ai tornei, anche se far parte del Comitato Organizzativo non necessariamente voleva dire far parte del Corteo (infatti manca il classico motto). Il casellario sui tesserini comportava un rinnovamento delle tessere ogni 5 anni, per cui negli anni ’70 si passò al registro delle presenze su uno schedario separato, tuttora presente negli archivi del Centro Studi e Documentazione del Calcio Storico Fiorentino, in modo tale che il tesserino fosse valido per sempre.

Da qui in avanti il tesserino non subirà più grosse modifiche, eccetto per dimensioni e grafica e per la scomparsa del casellario sostituito da un giglio rosso.

Se finora si è parlato delle tessere per gli appartenenti al Corteo, non si può non citare anche i tesserini ideati per i Calcianti di quartiere

Si tratta di una vera e propria scheda cartacea formato tessera che riporta quasi tutti i dati personali, compreso, naturalmente, il quartiere di appartenenza, ma anche il Gonfalone e il Ruolo. Per i calcianti il motto presente sulla tessera è lapidario, quasi imperativo: “Ricordati che rappresenti Firenze”. Questo è tutto ciò che ci è pervenuto fino ad oggi.

Con il nuovo tesseramento avviato a fine 2015 dal Consiglio per le Feste e Tradizioni Fiorentine, la tessera ha un valore annuale, anche per l’applicazione puntuale del Regolamento di Organizzazione e Disciplina delle Feste e Tradizioni Fiorentine e della Rievocazione Storica del Gioco del Calcio Fiorentino, che lega l’appartenenza e il tesseramento ad una serie di caratteristiche legate all’attività del Corteo Storico. Si è quindi modificata la forma e la grafica ed è stato inserito l’anno di tesseramento che corrisponde al periodo di validità della tessera.

 

Per non interrompere l’aspetto storico del tesseramento e in particolare per continuare ad alimentare il senso di appartenenza al sodalizio e all’attività a favore della città di Firenze, si è istituita la “Tessera Storica” del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino con il seguente provvedimento:

Il Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, Capitano di Guardia del Distretto e del Contado, addì 1 gennaio 2019

motu proprio

istituisce la Tessera Storica del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. La consegna della Tessera Storica è un riconoscimento, regolato dalle norme contenute nel Regolamento di seguito specificato, che è parte integrante del presente atto.

Il Direttore

Filippo Giovannelli Checcacci

Hanno diritto ad ottenere la Tessera Storica coloro che possiedono le caratteristiche citate nel seguente regolamento:

Regolamento per la consegna della Tessera Storica

del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

e del Calcio Storico Fiorentino

La Tessera Storica del Corteo della Repubblica Fiorentina è istituita per onorare coloro che abbiano fatto parte del Corteo a titolo continuativo e che abbiano raggiunto importanti traguardi di partecipazione a manifestazioni e eventi organizzati dal Comune di Firenze, Corteo Storico, Ufficio Tradizioni oppure ad eventi di livello nazionale e internazionale ai quali abbiano partecipato da protagonisti.

Hanno diritto ad ottenere la Tessera Storica di cui alle caratteristiche sotto indicate, coloro che sono regolarmente Tesserati al Corteo Storico, con i documenti in corso di validità da almeno 1000 giorni continuativi e che abbiano partecipato, con spirito di servizio e con animo nobile, con orgoglio e dedizione, con l’intento di rappresentare la città di Firenze in Italia e nel mondo ad almeno 30 manifestazioni.

I Capogruppo, dalla tenuta delle statistiche di partecipazione alle manifestazioni dei propri Tesserati, segnaleranno i nominativi alla Direzione del Corteo che provvederà, dopo verifica dei propri archivi, a produrre la Tessera Storica che verrà consegnata in occasione di cerimonie ufficiali del Corteo.

Il Direttore

Filippo Giovannelli Checcacci

La nuova “Tessera Storica” (a differenza di tutte le edizioni precedenti), è scritta a piuma d’oca in china, in eleganti caratteri gotici, dall’abile mano di Enrico Roncaglia, ex Sergente e Capogruppo degli Alabardieri e celebre scrittore di “grida” al Magnifico Messere. La foto tessera è punzonata per mezzo di rivetto e contrassegnata dal timbro a rilievo del Calcio Storico Fiorentino, di recente realizzazione, ma ispirato ad un timbro risalente agli anni ’70, ritrovato su vecchi documenti di archivio.

La nuova “Tessera Storica” è quindi un simbolo tangibile di adesione alla grande famiglia del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, e costituisce anche un piccolo cimelio, quasi una vera e propria opera d’arte. Essa rappresenta un premio alla fedeltà e all’impegno, avendone diritto tutti coloro che siano regolarmente iscritti al Corteo da almeno mille giorni e che abbiano partecipato ad almeno trenta esibizioni.

 

Copyright © Filippo Giovannelli e Claudio Mariani 2019

Centro Studi e Documentazione del Calcio Storico Fiorentino

Riproduzione Riservata