Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina è una realtà molto importante nella vita della città. Nasce in occasione dei festeggiamenti per il quarto centenario dell’Assedio di Firenze, della battaglia di Gavinana e della morte dell’eroe fiorentino e italiano Francesco Ferrucci.

Gli abiti storici si rifanno a quel periodo glorioso, quello della difesa della città dall’assedio delle truppe imperiali di Carlo V.

Si tratta di una imponente parata militare dell’epoca, composta da compagini ben definite in atteggiamento non belligerante. Solo alcuni di esse hanno l’elmo e l’armatura indossata, tutte sono in tenuta da parata militare cinquecentesca.

Il cambio della guardia

Il Cambio della Guardia si tiene ogni prima domenica del mese negli orari 9.00 - 10.00 - 11.00 - 12.00 - 13.00.

Per maggiori informazioni consultare la pagina Facebook ufficiale del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

La simbologia istituzionale

La simbologia istituzionale del Calcio Storico Fiorentino e del Corteo della Repubblica fa riferimento agli stemmi araldici e alle insegne dell’ultima Repubblica fiorentina.

I simboli dei quattro quartieri che sono sempre rappresentati su campo azzurro, sono anche a simbolo dei colori che sono associati al quartiere e vengono anche rappresentate dalle Bandiere da Combattimento del colore delle squadre con il simbolo originale su fondo azzurro.

Le insegne della Repubblica fiorentina sono le Armi della Repubblica, stemmi e simboli che hanno un preciso significato:

  • Giglio bianco in campo rosso: la più antica insegna della città, adottata dai Ghibellini;
  • Scudo partito di due campi, uno bianco e uno rosso: l’arme di Fiesole e di Firenze unite, dal 1010. Nel costituire una univoca lega difensiva, Firenze ritirò il giglio e Fiesole la mezza luna e i campi rimasero vuoti.
  • Giglio rosso in campo bianco: stemma adottato dalla parte Guelfa della città nel 1251 quando ebbero la supremazia sui ghibellini che mantennero la vecchia insegna.
  • Croce rossa in campo bianco: arme del Popolo, quando Giano della Bella era Gonfaloniere di Giustizia.
  • Aquila che afferra il drago con giglio d’oro sulla testa: la parte Guelfa, ricevuta anch’essa da Clemente VI.

I colori, oltre al loro valore simbolico, regalano emozioni e suggestioni a chi li osserva. Ogni gruppo appartenente al corteo ha la propria insegna che lo rappresenta e lo contraddistingue. Il Gonfalone del Corteo nel quale è rappresentato il Giglio rosso in campo bianco sottoscritto da FIORENZA, viene scortato dagli armati e trascina le varie componenti, ogni volta diverse a seconda dell’occasione per la quale il Corteo è chiamato a rappresentare la città.

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina al completo, unico a rappresentare istituzionalmente la città, si costituisce a parata per accompagnare le squadre dei Calcianti per le tradizionali partite del Calcio Storico Fiorentino in Piazza di Santa Croce. Storicamente il corteo parte da Piazza Santa Maria Novella per raggiungere Piazza Santa Croce attraverso le strade del centro storico cittadino. In altre occasioni, il Corteo sfila in forma ridotta, ma non per questo meno suggestiva.

Il tradizionale corteo storico con schede dettagliate di ogni figurante.

Alabardiere - scheda Archibusiere - scheda
Balestrieri - scheda Bandierai degli Uffizi - scheda
Bombardieri - scheda Fanti delle Corporazioni - scheda
Fanti dell'Ordinanza - scheda Fanti di Palazzo - scheda
Musici - scheda Nobili - scheda
Sergenti degli Otto di Guardia e Balìa - scheda Ufficiali delle Fanterie - scheda